Normativa

CAREDIO GROUP spa

In adempimento alle previsioni di legge e nell’ottica di garantire correttezza e trasparenza nella conduzione della propria attività, Caredio Group srl ha predisposto un sistema informatico di “Whistleblowing”, a disposizione di chiunque voglia segnalare situazioni rilevanti ai fini di legge o regolamenti interni.

La "Procedura di AIlerta Interna" (altrimenti detta "whistleblowing") è uno strumento di prevenzione e di correzione di atti o fatti che possano costituire una condotta illecita prevista dalla normativa esterna ed interna lesiva dell'interesse pubblico o dell'integrità dell'ente privato, favorendo e tutelando il comportamento positivo del personale o degli altri soggetti legittimati individuati dalla normativa, che, venuti a conoscenza dell'illiceità o dell'illegittimità dell'operato di un altro soggetto in ambito lavorativo, decidano di segnalare in modo riservato tali atti o fatti presso gli organi preposti.

Le segnalazioni possono essere inoltrate alla procedura di allerta interna dal personale dipendente e da coloro che comunque operano sulla base di rapporti che ne determinano l'inserimento o una relazione con l'organizzazione aziendale, anche in forma diversa dal rapporto di lavoro subordinato, quali:

  • lavoratori autonomi, lavoratori e collaboratori esterni, liberi professionisti e consulenti che svolgono la propria attività lavorativa presso o per conto di Caredio;
  • volontari e tirocinanti retribuiti e non retribuiti;
  • azionisti e persone con funzioni di amministrazione, direzione, controllo, vigilanza o rappresentanza;
  • personale di fornitori esterni alla Caredio Group srl.

Le segnalazioni possono riguardare ogni atto o fatto che, avvenuto nello svolgimento dell’attività lavorativa o che abbia un impatto sulla stessa, arrechi o possa arrecare danno o pregiudizio, e/o che comporti un vantaggio, per il Gruppo e/o per i suoi Dipendenti e che:

  • sia illecita, scorretta o immorale;
  • violi le disposizioni normative e regolamentari (es. D. Lgs. 231/01); o
  • non sia conforme alle normative interne (es. Codice Etico); o
  • rientri fra le violazioni di cui all’art. 2 del Decreto Whistleblowing sopra richiamate.

Nessuna ritorsione o discriminazione, diretta o indiretta, può derivare in capo a chi abbia in buona fede effettuato una segnalazione. Inoltre, sono previste sanzioni nei confronti di chi viola le misure di tutela del segnalante. Le segnalazioni possono essere inoltrate in forma scritta, orale o tramite un incontro diretto attraverso la procedura informatica dedicata raggiungibile attraverso il seguente link:
Carediogroup Whistleblowing Link